Skip to main content

BPR Group Case History – TPM: il caso SOLFER

Vi presentiamo il caso SOLFER – leader nella progettazione sviluppo e fornitura di sistemi di scarico per moto – di applicazione della metodologia TPM (Total Productive Maintenance).

Il caso è stato presentato all’edizione 2014 del Premio Lean Applications, vincendo il premio speciale per la miglior applicazione TPM.

 

Contesto

Solfer è un azienda metalmeccanica che opera da tre generazioni nel settore Automotive/Motomotive, specializzata nella progettazione e produzione di sistemi di scarico completi nel segmento dell’ OE.

Criticità

  • Mancanza di una politica manutentiva controllata
  • Forti ritardi negli interventi manutentivi o  addirittura mancanza di intervento

Obiettivi

  • Implementare una politica manutentiva autonoma che permetta di monitorare i costi e gli interventi tempestivamente

Progetto

Si è lavorato, dopo una fase di analisi e progettazione della metodologia, tramite l’implementazione dei cartellini TPM

cartellini tpm

 

che, prima, sono stati attivati su alcune macchine di un solo reparto (ottobre 2013) e poi su tutti i reparti (aprile 2014).

caso cartellini tpm

Lo step successivo a questa gestione manuale è stato quello che ha permesso di passare alla gestione direttamente tramite il sistema web-gestionale dei cartellini, cioè delle richieste e della pianificazione degli interventi manutentivi.

Ecco il flusso dei cartellini 

  1. L’operatore e/o il responsabile reparto appena si verifica un segnale  o un’avaria compilano i  2 appositi cartellini
  2. Un cartellino viene apposto sul punto oggetto di manutenzione , 1 cartellino compilato uguale viene messo sulla bacheca manutenzione
  3. Il Servizio manutenzione preleva il cartellino segnale  osservando l’indice di gravità.
    INTERVIENE sul problema e compila il cartellino per la chiusura ed il bollettino Costi.
  4. I cartellini sono raccolti a fine mese dal responsabile ed analizzati

Immagine1

Risultati raggiunti

  • Programmazione interventi manutentivi migliore e più efficiente
  • Riduzione Leadtime degli interventi
  • Riduzione numero interventi personale manutenzione
  • Costi di manutenzione sottocontrollo

 

 Vedi la presentazione completa

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *