Skip to main content

Cem Kärcher, Udor e Ofmecc ottimizzano il flusso del valore con la VSM grazie a BPR Group

Lo strumento Value Stream Mapping – comunemente conosciuto come VSM – è strategico per eseguire una completa e diffusa analisi dello stato attuale dei flussi, fisici e informativi, all’interno di un’azienda. BPR Group ha seguito numerose aziende in questa attività, fondamentale per progettare e disegnare il Future State di un’organizzazione. Lavoriamo per rendere i processi e i flussi quanto più lineari, semplici, standardizzati, visivi… quindi, Lean.

Durante il Premio Lean 2019 abbiamo potuto condividere con voi il lavoro fatto dai consulenti BPR su tre importanti realtà di settori differenti. Riprendiamo ora questi tre casi per raccontarvi diverse esperienze della VSM e il risultato ottenuto grazie alla mappatura.

  1. VSM alla base della Lean – in produzione e logistica – per tracciare i flussi dei materiali
  2. VSM per mappare i flussi informativi
  3. VSM come strumento per tracciare un Percorso Lean in ottica 4.0

L’analisi del flusso del Valore tramite la VSM è strettamente funzionale al miglioramento continuo, e punta a soddisfare ogni richiesta del Cliente, a rendere il prodotto totalmente affidabile, nonché a garantire elevate performance di efficienza. Per questo BPR Group punta sulla diffusione dei principi e l’applicazione delle tecniche Lean: riteniamo sia fondamentale per ottenere risultati soddisfacenti.

Ma veniamo ora ai casi di VSM di Udor Spa, Ofmecc Srl e Cem Kärcher Spa! 

 

UDOR

VSM Flussi fisici

Il progetto di miglioramento in UDOR è iniziato con alcuni sessioni formative sulla Lean, per poi concretizzarsi con la realizzazione della VSM relativa ai flussi fisici durante il lead time di produzione per un prodotto rappresentativo dell’intero sistema logistico-produttivo.

Fondamentale è stata la creazione di un team VSM inter-funzionale guidato da un consulente BPR, che, durante 5 giornate di attività, ha realizzato:

  • la mappatura “AS-IS”, 
  • l’individuazione delle criticità e dei punti di forza,
  • la definizione delle “idee” di miglioramento “TO BE”,
  • l’elaborazione del piano VSM.


    

Le idee sviluppate sono in totale 25 e sono state organizzate in un piano complessivo ed assegnate ai vari membri del team affinché vengano realizzate nel 2019. 

I risultati attesi dalla realizzazione del piano di miglioramento VSM sono:

  1. Riduzione del Tempo di Attraversamento e, di conseguenza, riduzione del Lead Time cliente 
  2. Flusso del materiale più lineare 
  3. Razionalizzazione e standardizzazione delle aree logistiche
  4. Semplificazione nella movimentazione dei materiali
  5. Maggior integrazione di fornitori e terzisti
  6. Efficientamento dell’impiego delle risorse dirette/indirette 
  7. Maggiore qualità nei processi


OFMECC

VSM Flussi  informativi

Ofmecc, grazie alla collaborazione con BPR, ha già svolto in passato numerose attività lean su SMED e 5S. L’azienda ha poi deciso di concentrarsi sull’efficienza organizzativa relativa al flusso delle informazioni tra le varie funzioni aziendali.
Anche Ofmecc ha deciso di intraprendere questa attività in ottica di miglioramento continuo, puntando all’eccellenza per ricercare metodologie di lavoro sempre più efficienti. 

Tramite la creazione di un team composto da figure delle aree commerciale, tecnica, qualità, pianificazione, produzione, logistica, amministrazione, l’intervento ha avuto l’obiettivo di: 

  • creare la cultura orientata al miglioramento continuo.
  • VSM Office per mappare tutti i flussi informativi e le attività «office» che concorrono alla realizzazione del processo di evasione dell’ordine, “dalla richiesta di offerta alla fatturazione”.
  • Definire le iniziative di snellimento e ottimizzazione di processi inter-funzionali e dei relativi strumenti operativi digitali.


Durante la VSM:

  • sono state individuate delle attività ridondanti;
  • sono state eliminate le fasi che risultavano superflue in quanto le informazioni erano già presenti ma in formati diversi per le singole funzioni;
  • sono state uniformate e integrate le informazioni utili a più servizi/uffici;
  • sono stati informatizzati in un unico sistema i dati presenti su formato cartaceo o su diversi sistemi informativi in precedenza non accessibili a tutti.
     

I risultati attesi dalla realizzazione del piano di miglioramento VSM sono:

  1. Miglioramento del flusso delle informazioni/attività
  2. Uniformità e maggiore accessibilità dei dati 
  3. Maggiore consapevolezza di «chi fa che cosa» 
  4. Spostamento di alcune attività su altri servizi per evitare il frazionamento di micro processi
  5. Maggiore motivazione che ha spinto ognuno ad esprimere le proprie idee tese al miglioramento
  6. Definizione puntuale dei ruoli/mansioni all’ interno dell’azienda 
  7. Visione più ampia e critica delle dinamiche aziendali in vista dell’implementazione del nuovo gestionale integrato.


CEM – Kärcher

VSM Piano Lean 4.0

Cem Spa, come tutti gli altri plant produttivi della multinazionale Kärcher, segue gli standard del KPS (Karcher Production System), modello organizzativo ispirato al TPS (Toyota Production System).

Tra gli strumenti di progettazione e miglioramento dei processi logistico-produttivi della KPS troviamo la VSM, nei suoi step AS-IS e TO-BE.

L’applicazione illustrata in questa case history nasce con questi obiettivi:

  • Necessità di razionalizzare e snellire il flusso di processo e del relativo tempo di attraversamento allo scopo di incrementare il livello di servizio al Cliente. 
  • Verificare le opportunità di miglioramento tramite soluzioni e dispositivi propri di Industry 4.0.

A partire da una macro mappatura «cartacea», è stata eseguita una verifica puntuale dei flussi logistici, lead time, gestioni materiali (buffer temporaneo, supermarket, gestione fifo) e parametri di produzione, che ha permesso poi la stesura della VSM. 

 

La progettazione del Future State, con una visione a 3-5 anni, prevede di integrare gli strumenti Lean con le tecnologie innovative di Industria 4.0 nell’ottica «le tecnologie abilitano i processi snelli».

 

 

Un caso concreto di integrazione delle tecnologie abilitanti in Cem, in fase di sviluppo in questi mesi, è l’utilizzo della realtà aumentata tramite Hololens a supporto della formazione degli addetti; questo progetto pilota, in fase di definizione, dovrebbe permettere loro di utilizzare la RA per l’esecuzione delle procedure di montaggio.

 

Per saperne di più sulla VSM!

BPR propone:

  1. attività di consulenza sulla VSM
    Il numero di giornate varia (da 2 a 5) a seconda della complessità del prodotto e del processo da mappare e analizzare.
  2. una giornata di corso sulla VSM
    “Analizzare e ottimizzare il flusso del valore attraverso la Value Stream Mapping”.
    Durante il corso, parla con il docente della tua realtà aziendale, in aula potremo già darti indicazione sul dimensionamento della consulenza.

Per maggiori informazioni, contatta la nostra segreteria (info@bprgroup.it – 037656338) 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *