Skip to main content

Cobot: i Robot Collaborativi portati dall’industria 4.0

Sono la nuova frontiera dei robot industriali: i Robot Collaborativi, meglio conosciuti come COBOT, rappresentano una delle innovazioni più interessanti portate dalla tanto chiacchierata Industria 4.0.

Sotto il brand di “Industria 4.0” sta il concetto di portare la condivisione di informazione e la possibilità di accedervi in tempo reale, sia nella vita quotidiana (con gli smartphone, aspirapolvere, domotica, automotive, ecc.) sia nei sistemi produttivi. Tutto ciò avviene grazie all’inserimento del monitoraggio in tempo reale, macchine che comunicano fra loro e prendono alcune decisioni, e grazie all’inserimento dei Cobot. In sostanza questa rivoluzione va a cambiare drasticamente il rapporto fra l’uomo e le varie macchine del sistema (Human Machine Interaction o HMI).

Il miglior esempio di questo cambio radicale sono appunto i Cobot, ovvero un sistema automatizzato che collabora e condivide lo spazio con gli operatori umani. Oggi la maggior parte dei Cobot sono dei particolari sistemi antropomorfi, ma nulla esclude che in futuro si inventi qualcosa di differente che vada a modificare le loro fattezze.

fbij521

I sistemi antropomorfi esistono già? Cosa offre di più un Cobot?

In primis la differenza sta, come detto prima, nella possibilità del Cobot di condividere lo spazio con l’operatore umano senza bisogno di barriere. Ma la vera “rivoluzione” risiede nella possibilità di avere una collaborazione attiva fra uomo e sistema automatizzato. Quindi un Cobot può aiutare un operatore a fare le sue attività come se fosse un terzo braccio dell’operatore stesso: se l’uomo si assenta, il sistema può continuare a lavorare e sostituirlo. Può prendere il posto dell’operatore per svolgere compiti ritenuti faticosi, logoranti perché richiedono azioni o posizioni scomode, o che comportano un alto rischio di malattie professionali. Il Cobot può aiutare in attività dove è necessaria una precisione ed una ripetitività che l’operatore umano non può garantire ma dove il controllo umano è indispensabile.

Attenzione però! Questi sistemi non hanno solo dei pregi: sono molto costosi e richiedono ancora miglioramenti perché, ad oggi, sono meno efficienti rispetto all’operatore umano. Inoltre, la legislazione e le normative sulla sicurezza pongono molti limiti sulla diffusione di questi sistemi, ma noi continueremo a seguire l’industria 4.0 per raccontarvi la sua evoluzione e i principi utili a migliorare le vostre aziende.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *