Skip to main content

JUST IN TIME (JIT)

Il Just In Time (JIT) è una filosofia industriale che ha invertito il “vecchio metodo” di produrre prodotti finiti per il magazzino in attesa di essere venduti (sistema detto “push”) nel sistema “pull” per il quale occorre produrre solo ciò che è stato venduto o che si prevede di vendere in tempi brevi.

Rappresenta una politica di gestione delle scorte a ripristino che utilizza metodologie tese a migliorare il processo produttivo, cercando di ottimizzare non solo la produzione ma anche le fasi a monte, di alleggerire al massimo le scorte di materie prime e di semilavorati necessari alla produzione. In pratica si tratta di coordinare i tempi di effettiva necessità dei materiali sulla linea produttiva con la loro acquisizione e disponibilità nel segmento del ciclo produttivo e nel momento in cui debbono essere utilizzati.
Nonostante l’obiettivo principale del sistema sia la riduzione dei costi, il sistema opera anche in direzione di un aumento dell’indice di rotazione del capitale e di un miglioramento della produttività globale dell’azienda attraverso la riduzione dell’entità dei lotti e quindi l’accorciamento dei lead time produttivi.

La riduzione dei lotti non ha effetti positivi soltanto sul livello delle giacenze ma anche sulla qualità e sulle procedure stesse di controllo della qualità.

L’idea che sta alla base della filosofia del JIT è il metodo di produzione “ragionevole”: infatti si cerca di eliminare completamente quanto c’è di superfluo nella produzione allo scopo di ridurre i costi e produrre quindi il pezzo giusto al momento giusto.

Alla base della filosofia del JIT qualsiasi scorta di materiale, semilavorato o prodotto finito è  uno spreco di risorse economiche, finanziarie e un vincolo all’innovazione continua. Più il processo è “corto” nella somma dei processi di progettazione e di produzione (sommando i tempi di produzione e transito) e più l’industria con i suoi prodotti e servizi (inclusi prevendita e postvendita) è vincente.

Il metodo Just In Time presuppone una semplificazione del processo produttivo.

Interventi preliminari:

–        Riduzione del numero di parti componenti;

–        utilizzo di componenti “standard” ;

–        riduzione del tempo di evasione ordini da parte dei fornitori;

–        produzione di parti senza difetti;

–        addestramento della manodopera a più lavori e quindi flessibilità di impiego;

–        riduzione dei tempi di attrezzaggio macchina;

–        piena efficienza degli impianti, macchinari, attrezzature.

 

Obiettivi del Just In Time:

–  Lead- time accorciati

–  Operazioni ridotte

–  Scorte ridotte

–  Bilanciamento dei processi

–  Organizzazione dei processi

–  Metodi di trasporto

–  Produzione a flusso

–  Definizione di standard

–  Riduzione set-up

–  Visibilità

–  No sovrapposizioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *