Skip to main content

La Manovra 2018 per l’industria 4.0

E’ stato approvato definitivamente il 23 dicembre al Senato, in terza lettura, il testo della Legge di Bilancio 2018, dopo un lungo percorso che lo ha visto significativamente modificato prima al Senato stesso e poi alla Camera. La manovra 2018 prevede diverse misure che si iscrivono al capitolo Industria 4.0 / Impresa 4.0 a sostegno degli investimenti aziendali.

 

Contatta BPR Group per un’analisi complessiva della tua azienda: grazie ad una proiezione futura dei tuoi impianti, sapremo consigliarti le strategie da attuare, indicarti le tecnologie da inserire in azienda e le agevolazioni finanziarie per risparmiare.

 

IPER-AMMORTAMENTO

Confermato – ma con rilevanti modifiche e ampliamenti – l’iperammortamento: innanzitutto si va avanti un altro anno intero, fino al 31/12/2018, con consegne fino al 31/12/2019 se viene versato un acconto pari ad almeno il 20% dell’ordine.

In secondo luogo è infatti stata introdotta la possibilità di sostituire “in corso d’opera”, cioè durante il periodo dell’ammortamento, i beni che fruiscono dell’iperammortamento con altri beni aventi caratteristiche non inferiori.

La terza novità invece riguarda i beni immateriali dell’allegato B (per le quali è confermata la maggiorazione al 140%), ai quali si aggiungono tre nuove voci realtive ai software per la realtà immersiva, la logistica e l’e-commerce. 

SUPER-AMMORTAMENTO

Anche il superammortamento viene confermato per un altro anno (31/12/2018), ma con percentuali e perimetro ridotti: l’incentivo scende infatti dal 140% al 130% e sono esclusi del tutto gli autoveicoli, compresi quelli a uso esclusivo. Per le consegne c’è tempo fino al 30 giugno 2019, sempre se l’ordine viene confermato con un acconto pari almeno al 20% del totale.

LEGGE SABATINI

La Nuova Sabatini viene rifinanziata con 330 milioni di euro e durerà fino a esaurimento delle risorse disponibili (ragionevolmente per tutto il 2018).
Cumulabile con iperammortamento.

BONUS FORMAZIONE 4.0

Arriva l’atteso credito d’imposta per le spese in formazione. Il credito d’imposta è del 40% delle spese sostenute per il personale che viene formato sulle tecnologie 4.0. Oltre alle aree tecniche, sono comprese anche le aree marketing e vendite. L’incentivo varrà in via sperimentale per il solo 2018. Le risorse stanziate sono 250 milioni e il tetto massimo di spese incentivabili è pari a 300 mila euro. Il programma di formazione dovrà essere pattuito con i lavoratori, secondo quanto previsto da accordi sindacali di secondo livello (aziendali o territoriali).

 

Scopri di più: Come funziona il bonus formazione 4.0

 

Per saperne di più, contatta la nostra segreteria: i consulenti di BPR Group sono a disposizione per indicarti come sfruttare questi incentivi per migliorare alcuni aspetti della tua azienda.
Telefona allo 0376 56338 oppure scrivi a info@bprgroup.it.


Fonte: Innovation Post

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *