< Torna agli articoli

Extrema: l’ottimizzazione dei flussi con BPR Group

Processi lunghi e complessi possono comportare inefficienze, lunghi tempi di evasione e costi elevati.

Extrema ha scelto di collaborare con BPR Group con l’intento di rendere i propri processi più semplici, lineari ed efficaci, identificando standard di lavoro flessibili e sostenibili nel lungo termine.

In questo caso studio, osserveremo come, a seguito della mappatura del flusso di valore, siano state definite delle azioni Quick Win e si siano poste le basi per la riorganizzazione del layout produttivo. 

Il contesto aziendale e l’inizio della collaborazione con BPR Group

 Extrema, azienda di Bagnolo San Vito (Mantova), produce servoscala, montascale e piattaforme elevatrici, ponendosi come punto di partenza l’analisi degli specifici bisogni; l’obiettivo è progettare e realizzare strumenti in grado di abbattere le barriere architettoniche e gli ostacoli che impediscono alle persone con ridotta capacità motoria di potersi spostare liberamente.

Assicurare alle persone la migliore soluzione ai problemi di accessibilità in qualsiasi situazione, anche e soprattutto in presenza di ambienti particolarmente ridotti: questa è la mission aziendale.

È a metà di novembre 2020 che l’attuale Operation Manager di Extrema, il Dott. Francesco Zordan decide di coinvolgere BPR Group per individuare le criticità legate alla Logistica interna, cioè durante il processo operativo di stoccaggio, prelievo e spedizione operate dal team esistente.

Nasce e si avvia un progetto con lo scopo di:

  • individuare i punti critici del rapporto tra fornitori interni/esterni e clienti interni/esterni;
  • definire punti di forza e debolezza dell’attuale processo di logistica interna;
  • stabilire punti di forza e debolezza, in termini di competenze, strumenti, coinvolgimento e motivazionedelle persone facenti parte del team al fine di stabilire un piano di crescita ed un’eventuale nuova struttura organizzativa.

La totale coscienza di avere all’interno dell’azienda il capitale umano per traguardare con successo i punti sopra evidenziati diventa una spinta importante verso quanto si dimostrerà un successo nell’ambito della Lean Organization.

Extrema: l’ottimizzazione dei flussi con BPR Group

 La prima fase del progetto si compone dell’intervento di BPR Group in attività di:

  • affiancamento operativo in cui tramite osservazione continua, interviste, campionature, analisi e mappatura processi fisici ed informativi, si definisce lo stato attuale (AS IS);
  • analisi e sviluppo piano di miglioramento a fronte dei dati forniti da cui generare l’analisi per definire criticità e punti di forza con lo scopo di elaborare il piano di miglioramento che dovrà permettere di arrivare ad una nuova situazione operativa ottimizzata.

A sua volta, l’affiancamento operativo ha previsto un carotaggio di sette azioni:

  1. Intervista a ciascuno degli addetti, sopralluoghi con osservazione sul campo e partecipazione al cantiere Kaizen;
  2. Mappatura del flusso del valore;
  3. Analisi critica delle attività;
  4. Analisi della rete di relazioni e del flusso informativo proveniente dalle funzioni interne;
  5. Analisi delle logiche di stoccaggio;
  6. Analisi del carico di lavoro delle risorse;
  7. Monitoraggio della performance.

Costruito il team che avrebbe contribuito all’analisi dello stato attuale, abbiamo realizzato un documento condiviso, all’interno del quale abbiamo evidenziato le attività che, a dopo le osservazioni fatte, avremmo avanzato a costo “0”, senza cioè richiedere all’azienda alcun investimento in termini economici.

Le attività definite Quick Win sono state esposte su una lavagna presente in produzione in modo da renderle visibili alle altre organizzazioni aziendali, così da comunicare in cosa il team si stava impegnando ed entro quando l’attività sarebbe stata conclusa. 

Per citarne una su tutte, chiusa nell’arco di qualche mese, vi è la creazione di un documento di entrata materiale. In particolare, sono state integrate all’interno del layout dell’etichetta, stampata a seguito del carico dei materiali, le informazioni necessarie a chi movimenta la merce, circa la destinazione in termini di UDC (Unità Di Carico).

In aggiunta, attraverso la mappatura Spaghetti Chart si sono ricostruiti i flussi legati alla gestione del prodotto finito, evidenziando la necessità immediata di procedere ad una definizione degli spazi e dei layout presenti nei due stabilimenti adiacenti.

Le prossime attività nel reparto produttivo

Il progetto svolto nel corso del 2020 e dei primi mesi del 2021 ha permesso di instaurare un rapporto di collaborazione e fiducia tra Extrema e BPR Group, che ha consentito di avviare una nuova attività dedicata alla riorganizzazione del layout produttivo in termini di ottimizzazione dei flussi logistici interni ed efficientamento dei costi di produzione.

L’esigenza di Extrema è stata quella di definire un nuovo layout produttivo in grado di migliorare gli attuali processi di fabbrica; necessità che deriva dal trasferimento dell’area carpenteria in una nuova sede, al fine di riorganizzare l’attuale area produttiva, sfruttando interamente l’immobile dedicato alla produzione.

Le prime fasi del progetto si sono concentrate sullo studio del ciclo produttivo del modello di servoscala maggiormente rappresentativo, in modo da poter avere i dati necessari per la progettazione delle postazioni di lavoro e dimensionare correttamente il numero di postazioni di linea e la modalità di asservimento dei materiali in produzione.

Le scelte in corso di definizione relative al nuovo layout seguiranno il principio del “One Piece Flow”, in modo da poter dare la maggiore flessibilità possibile alle nuove linee produttive sia in termini di modello processabile sia in termini di capacità produttiva, mettendo le basi per una possibile crescita dei volumi produttivi di Extrema nei prossimi anni.

Conclusioni

La mentalità Lean ci porta a pensare che il miglioramento non finisca mai e che ci siano sempre azioni da implementare per generare un miglioramento nelle modalità di lavoro.

In quest’ottica, la collaborazione di Extrema e BPR Group ha generato una spirale positiva, in grado di alimentare le competenze degli addetti ai lavori e migliorare le performance organizzative. La maggior consapevolezza e l’acquisizione di nuove pratiche, più economiche in termini di tempo, ha dato la forza di pretendere e volere di più per la propria azienda.

In questo processo, i consulenti BPR Group stanno supportando attivamente l’azienda nella gestione della logistica interna. Contatta il nostro team per ottimizzare i processi produttivi.