Hai già programmato la tua Formazione 4.0 utilizzando il Credito d’imposta?

Hai già programmato la tua Formazione 4.0 utilizzando il Credito d’imposta?

La formazione non si ferma, anzi questo periodo è fondamentale per approfondire alcuni temi e rafforzare le competenze specifiche. Ora puoi frequentare i corsi 4.0 di BPR Group approfittando del Credito d’imposta.

Destinatari

Tutte le imprese residenti nel territorio dello Stato, incluse le stabili organizzazioni di soggetti non residenti, indipendentemente dalla natura giuridica, dal settore economico di appartenenza, dalla dimensione, dal regime contabile e dal sistema di determinazione del reddito ai fini fiscali. La fruizione del beneficio spettante è subordinata alla condizione del rispetto delle normative sulla sicurezza nei luoghi di lavoro e al corretto adempimento degli obblighi di versamento dei contributi previdenziali e assistenziali a favore dei lavoratori.

I vantaggi del Credito d’imposta

Il credito d’imposta – in percentuale delle spese relative al personale dipendente impegnato nelle attività di formazione ammissibili, limitatamente al costo aziendale riferito alle ore o alle giornate di formazione – è riconosciuto in misura del:

50% delle spese ammissibili e nel limite massimo annuale di €. 300.000 per le piccole imprese
40% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di €. 250.000 per le medie imprese
 30% delle spese ammissibili nel limite massimo annuale di €. 250.000 le grandi imprese.

La misura del credito d’imposta è aumentata per tutte le imprese, fermo restando i limiti massimi annuali, al 60% nel caso in cui i destinatari della formazione ammissibile rientrino nelle categorie dei lavoratori dipendenti svantaggiati o molto svantaggiati, come definite dal decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali del 17 ottobre 2017.

Sono ammissibili al credito d’imposta anche le eventuali spese relative al personale dipendente ordinariamente occupato in uno degli ambiti aziendali individuati nell’allegato A della legge n. 205 del 2017 e che partecipi in veste di docente o tutor alle attività di formazione ammissibili, nel limite del 30% della retribuzione complessiva annua spettante al dipendente.

Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello di sostenimento delle spese ammissibili.

SCOPRI QUI i corsi di INDUSTRIA 4.0 proposti da BPR Group:

  1. Industria 4.0, di cosa parliamo
  2. Lean Manufacturing 4.0
  3. L’evoluzione della logistica nell’Industria 4.0
  4. Smart Factory – Simulazione dell’evoluzione del modello di fabbrica: tradizionale, integrata Lean e collaborativa digitale
  5. Tecnologie Abilitanti: applicazioni ed evoluzione
  6. L’industrializzazione di processo per la Fabbrica 4.0
  7. I robot collaborativi e l’integrazione nei processi produttivi
  8. Simulazione per ottimizzare i processi produttivi e logistici
  9. Progettare per l’additive manufacturing
  10. Istruzioni operative e manutentive 4.0 sviluppate con la realtà aumentata
  11. Intelligenza artificiale: come può migliorare i modelli di realizzazione e controllo di produzione
  12. I sistemi di gestione visual nell’era della fabbrica collaborativa
  13. Industrializzare impianti 4.0 modulari e riconfigurabili
  14. Internet of Things: la comunicazione e l’interazione di oggetti, componenti, dispositivi attraverso Internet
  15. Nuovi modelli e servizi di manutenzione preventiva e predittiva tramite Internet of Things e Big Data Analytics
  16. Big Data Analytics
  17. La gestione dei progetti nell’Industria 4.0

La formazione 4.0 di BPR Group è pensata per assistere le aziende nell’azione di formazione base fino all’affiancamento nell’introduzione in azienda delle tecnologie abilitanti, nonché nel monitoraggio dello stato di avanzamento dei progetti e relativo payback dell’impianto.

 

Come si accede

• Il credito si applica alle spese di formazione sostenute nel periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31 dicembre 2019.
• Sussistono obblighi di documentazione contabile certificata.
• Sussiste l’obbligo di conservazione di una relazione che illustri le modalità organizzative e i contenuti delle attività di formazione svolte.
• Le imprese che intendono fruire dell’agevolazione sono tenute ad effettuare una comunicazione al Ministero dello sviluppo economico. Il modello, il contenuto, le modalità e i termini di invio della comunicazione saranno stabiliti con apposito decreto direttoriale. La comunicazione è richiesta al solo fine di acquisire le informazioni necessarie per valutare l’andamento, la diffusione e l’efficacia delle misure agevolative.

Per maggiori informazioni potete contattare la nostra segreteria: 0376 56338 – [email protected]

 


 

Desideri approfondire l’argomento?
Ti consigliamo la lettura dei nostri articoli dedicati a questo tema:

 

Lascia un commento