< Torna agli articoli

Riduzione dei Costi Aziendali: quali step devi seguire per attuarla?

Riduzione dei Costi Aziendali: quali step devi seguire per attuarla?

Tutte le aziende hanno dei costi da sostenere, ma esistono costi che possono essere realmente eliminati? BPR Group è in grado di avviare con te un percorso di analisi, utile a comprendere i tuoi costi aziendali e scoprire quali di questi possono essere tagliati, senza sacrificare la qualità del prodotto.

Sapevi, ad esempio, che, generalmente, all’interno della Supply Chain è racchiuso l’80% del costo dell’articolo? Un piccolo miglioramento in questo ambito può portare benefici consistenti per la tua azienda, mantenendo elevato lo standard di qualità del prodotto offerto al mercato.

In questo articolo, definiremo insieme un percorso utile a comprendere i costi della tua realtà e le possibili azioni da intraprendere per avviare una significativa riduzione dei costi aziendali, anche mediante l’uso di soluzioni innovative.


Come le aziende affrontano la riduzione dei costi?

Quando si parla di riduzione dei costi aziendali, spesso si avvia in azienda un’analisi contabile dei costi, alla ricerca delle voci che incidono maggiormente, per poi definire il piano d’azione. Si comincia, in genere, tagliando servizi ritenuti meno necessari, facendo pressione ai collaboratori per essere maggiormente produttivi o apportando modifiche sui fornitori in essere

Ma qual è il vero effetto di queste decisioni? 

Nonostante la direzione presa permetta la riduzione immediata dei costi, essa, molto spesso, porta con sé la produzione di prodotti di qualità inferiore, l’insoddisfazione dei dipendenti sotto pressione e del cliente finale al quale verrà offerto un prodotto peggiore. Tutto ciò innescherà un processo senza fine, tale per cui i destinatari saranno indirizzati verso altri fornitori e l’azienda dovrà adattarsi ulteriormente, riducendo i costi un’altra volta.

E allora, com’è possibile conciliare la qualità del prodotto alla riduzione del suo costo?

Riduzione dei costi


Assessment della situazione AS IS

È molto importante affidarsi ad esperti in grado di suggerire come ridurre i costi senza penalizzare la qualità aziendale. Il team di consulenti di BPR Group è disponibile ad affiancare le aziende in un percorso iniziale di valutazione, utile per comprendere la condizione di partenza dell’azienda (AS IS), definendo, con il coinvolgimento dei differenti team aziendali, l’obiettivo da raggiungere (TO BE). L’importanza di rendere i dipendenti parte attiva del processo è confermata anche da ricerche scientifiche, le quali attestano come aziende con dipendenti più ingaggiati possono divenire il 21% più produttive di quanto non siano quelle meno “coinvolte”. Proprio alla luce di questo, i consulenti mirano a portare “a bordo” fin da subito le persone sulle quali impatterà la progettualità, siano essi dipendenti operanti in ufficio, in produzione o in magazzino.

Riduzione dei costi - Teamwork


5 step utili alla riduzione dei costi aziendali

Passando alla fase più operativa, successiva all’analisi del contesto, si giunge all’attuazione di un piano d’azione. Esso, però, sarà realizzato su misura a seconda della realtà operativa in cui si opera, poiché ogni realtà è differente e presenterà i propri bisogni e criticità. Tuttavia, dall’esperienza sul campo, si osserva come nel più dei casi, si passi attraverso 5 step per la riduzione dei costi aziendali.

1. Imparare a vedere gli sprechi

Se l’intento è quello di ridurre i costi, evitando di ridurre il valore percepito, bisogna intervenire a livello di sprechi, ossia su ciò che costa ma non produce alcun valore (leggi l’articolo “Lean Production: cos’è e come rende più efficiente la tua azienda?” per saperne di più). È opportuno realizzare che i costi attuali non derivano solo da fattori incontrollabili come il costo della manodopera in Italia o la tassazione del paese. Piuttosto, vi sono aspetti sui quali è possibile intervenire. Trasporti, scorte eccessive, movimenti non necessari, attese, produzioni superiori al quantitativo ordinato, difetti e rilavorazioni sono tutti elementi che non generano valore ai clienti e sui quali si può intervenire sin da subito.

2. Migliorare il metodo di lavoro

Spesso in azienda capita di incorrere in casi in cui l’operatore cerchi utensili, attrezzatura o recuperi i componenti da montare. Tutte queste attività possono occupare anche il 50% delle ore complessive impiegate dall’operatore e incidono consistentemente sui costi dell’azienda. In questi casi, è opportuno valutare modalità alternative allo spostamento della persona, in cui quest’ultima possa trovare il tempo necessario per lo svolgimento dell’attività di montaggio, evitando eccessivi movimenti.

3. Definire i tempi standard di produzione e gli obiettivi

A questo punto, dovranno essere definiti con più precisione i tempi standard impiegati per le operazioni che compongono la realizzazione del prodotto. Avere questa misura permette di fare stime precise e di avere un calcolo corretto del tempo impiegato per ciascuna attività. Molte aziende commettono l’errore di calcolare i costi di vendita dei prodotti, in base a dati e tempi storici. Tali stime, spesso grossolane, impattano in maniera incisiva sulla definizione degli obiettivi e dei budget aziendali. Una buona analisi Tempi&Metodi in ottica Lean è la soluzione per strutturare gli standard e monitorare l’andamento al variare delle richieste di mercato.

4. Rivedere la Supply Chain

All’interno della Supply Chain è possibile negoziare ogni aspetto. In questo ampio contesto, i fornitori non vogliono solo vendere un prodotto, ma desiderano prima di tutto costruire una partnership solida nel tempo. In virtù di questo, essi saranno disponibili a definire accordi di ampio respiro, convenienti per ambo le parti. Anche nel caso in cui non si dovesse ottenere una riduzione immediata del prezzo, si potrebbero ottenere benefit collaterali, tra cui la dilazione dei pagamenti o delle consegne, che possono essere condizioni comunque profittevoli per l’organizzazione. Le statistiche attestano che all’interno della Supply Chain si celano l’80% dei costi del prodotto, sui quali è possibile intervenire, al fine di creare situazioni più convenienti. 

5. Ottimizzare la logistica e i costi di magazzino

All’interno della Supply Chain, la gestione del magazzino, incide in maniera consistente sui costi aziendali, poiché il magazzino rappresenta il portafoglio dell’azienda. Organizzare adeguatamente quest’area specifica significa ottimizzare la gestione degli ordini, evitando sprechi e riducendo le perdite. Al fine di poter agire, in questi termini, è possibile intervenire su fronti quali: la riduzione delle attese e degli spostamenti inutili, la corretta pianificazione degli ordini di acquisto, l’analisi periodica dei prodotti, ecc. In questi termini, è utile tenere monitorare l’indice di magazzino, fondamentale per evidenziare le criticità di fornitura e pianificazione. 

Riduzione dei costi - magazzino


Tecnologie utili alla riduzione dei costi in azienda

A compimento dei suggerimenti, i consulenti accompagnano sovente verso l’introduzione di soluzioni robotizzate e applicazioni tecnologiche all’interno dell’organizzazione. Queste ultime, realizzate dai tecnici di BPR Group, hanno il vantaggio di poter essere progettate e costruite in funzione dei reali dati osservati in azienda e delle esigenze messe in luce dalla realtà. Inoltre, pur impiegando soluzioni innovative estremamente tecnologiche, le applicazioni hanno comunque il vantaggio di garantire un ritorno economico nel breve termine, accompagnato da immediate riduzioni di costo per ciò che concerne la produzione del prodotto.

Riduzione dei costi - cobot

 

Conclusione

La riduzione dei costi aziendali è possibile, per realizzarla è necessario affrontare un percorso che affonda le proprie radici nella quotidianità e che vede la sua forza, oltre che nella partecipazione dei dipendenti, nella costanza e gradualità delle azioni intraprese.

Non serve a nulla riunirsi ad un tavolo e cancellare  in un solo colpo tutte le voci ritenute poco rilevanti. Piuttosto, è importante dare avvio ad un percorso di miglioramento continuo basato su piccoli gesti quotidiani, ma in grado di produrre un costante e graduale progresso. In quest’ottica, è utile ricordare che migliorare dello 0,1% tutti i giorni significa migliorare del 30% in un anno!

Prenota un Assessment con i consulenti BPR Group per comprendere come migliorare le tue prestazioni organizzative, riducendo i costi e perseguendo standard elevati di qualità.